Accessibilità

Interfaccia
Imposta l'interfaccia per renderla più leggibile per i disabili
Questo flag disegna l'interfaccia in modalità ad alto contrasto
Questo flag disegna il documento invertendo i colori
Questo flag può aiutare coloro che hanno problemi per la computazione di rapidi movimenti nello schermo
Questo flag carica un carattere studiato per coloro che soffrono di dislessia

La giornata dei calzini spaiati

07/02/2020

Giornata dei calzini spaiati

Il "problema" è comune.

 Chi, almeno una volta nella propria vita, non ha fatto i conti con i calzini spaiati?

 Ieri, tutta  Italia ha festeggiato  la  terza "Giornata del calzini  spaiati" che si festeggia ogni anno il primo venerdì di Febbraio.

Tale iniziativa vuol essere un inno alla diversità: un messaggio sulla bellezza della diversità, ma anche un modo per riflettere sui temi di attualità. L'obiettivo è diffondere il messaggio di accettazione, di condivisione, di arricchimento. Siamo tanti e tutti diversi l'uno  dall'altro, dobbiamo soltanto saperci accettare  e avere la  pazienza  di cercare, un po' come facciamo al mattino quando non  troviamo I calzini dello stesso colore.

Noi insegnanti della scuola Primaria, classe 3, sez. B, abbiamo festeggiato questa giornata. Tutti quanti, e qualche mamma compresa, abbiamo indossato calzini spaiati, ben felici di fare questa esperienza; la prima, ma sicuramente non l’ultima. Ci siamo recati in palestra e , in attività di Circle –Time, abbiamo affrontato l’argomento della diversità che arricchisce. E’ seguito  poi il momento del Brainstormig, durante il quale i ragazzi hanno dato libero sfogo ai loro pensieri. Abbiamo svolto attività motoria finalizzata, ed abbiamo concluso con un momento “magico”, che è quello che ha  incantato i bambini: l’invenzione di una storia fantastica…ed è venuto fuori che a fare sparire i calzini, in lavatrice, è il Folletto dei calzini spaiati. Gli alunni poi hanno realizzato attività scritte e grafiche attinenti all’esperienza svolta.

La filastrocca delle differenze

Tu non sei come me: tu sei diverso
Ma non sentirti perso
Anch’io sono diverso, siamo in due
Se metto le mie mani con le tue
Certe cose so fare io, ed altre tu
E messi insieme sappiamo far di più
Tu non sei come me: son fortunato
Davvero ti son grato

Siamo orgogliose di essere riuscite a dare vita a tutto questo.

Le insegnanti della 3 B: Concetta Catanese, Liliana Sambito, Gisella Gallo.

 

Progetto svolto dalle classi:

  • 3 B Primaria Sommatino 27

Didattica a distanza

Albo Pretorio

amministrazione trasparente

registro elettronico archimede

ptof

 

pon in chiaro

scuola in chiaro

fattura elettronica

usr sicilia

anac

logo

Risultato immagini per sport di classe

il giornalino della scuola